26/09/2017

ASMA: sintomi, diagnosi e corretta gestione per una migliore qualità di vita

Federasma e Allergie Onlus invita la popolazione bolognese all’evento Respiriamo, un incontro per parlare di una patologia conosciuta, ma poco nota.
L’8% della popolazione ne soffre, ma solo l’1% si rivolge a strutture specializzate per una diagnosi corretta
Esperti e pazienti insieme per confrontarsi su sintomi, terapie e qualità di vita.

L’Asma è un problema mondiale: secondo l’OMS nel mondo ne soffrono tra i 100 e i 150 milioni di persone. La Global Initiative for Asthma (GINA) stima che in Europa ci siano oltre 30 milioni di asmatici.
“L’asma è una patologia cronica e infiammatoria molto diffusa, ma sotto diagnosticata, perché spesso i sintomi soprattutto nella fase iniziale sono molto sfumati, come la tosse secca durante le ore notturne, il saltuario senso di costrizione al torace fino a veri e propri episodi di broncospasmo. – afferma il Prof. Stefano Nava, Professore Ordinario di Malattie Apparato Respiratorio, Università di Bologna

Conoscere i sintomi, riuscire a fare una diagnosi tempestiva è fondamentale per individuare un piano terapeutico idoneo che permetta una buona qualità di vita al paziente. Per questa ragione nascono gli incontri Respiriamo rivolti al pubblico.
“Fare prevenzione, conoscere i sintomi, fare una diagnosi precoce e aderire correttamente alle cure per chi soffre di asma, significa gestire in modo efficace la malattia.” afferma Carlo Filippo Tesi, presidente di FederAsma e Allergie Onlus. “La nostra Federazione da sempre è impegnata per sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sulla necessità di mettere a disposizione dei pazienti, e dei loro familiari, tutti gli strumenti informativi utili a gestire al meglio la loro quotidianità spesso compromessa dalla malattia. Questi incontri si prefiggono il raggiungimento di questo obiettivo, siamo pertanto molto felici di poter continuare un cammino iniziato lo scorso anno, presentando questa iniziativa a Bologna.”
Tra le forme di asma, quella allergica è tra le più diffuse.
“L’Asma Allergica soprattutto nella sue forma più grave colpisce bambini e adulti; è una patologia complessa caratterizzata da una produzione eccessiva di immunoglobuline E (IgE) da parte dell’organismo, in risposta agli allergeni ambientali quali acari della polvere, pollini e muffe. Continua il Prof. Stefano Nava. Le linee guida GINA stabiliscono come obiettivo primario nella gestione del paziente il raggiungimento del controllo ottimale della patologia. Non controllarla comporta il persistere dei sintomi e l’insorgere di frequenti riacutizzazioni che spesso possono causare l’ospedalizzazione e, addirittura, mettere a rischio la vita di chi ne è affetto. Nel corso dell’incontro con i pazienti parleremo di come raggiungere il controllo sia attraverso l’impiego terapie adeguate e innovative, come l’impiego dell’anticorpo monoclonale omalizumab quando le cure tradizionali non si dimostrano efficaci, sia attraverso una gestione e conoscenza a 360° della patologia”.
La presenza di centri specializzati sul territorio in grado di poter prendere in carico i pazienti è un altro aspetto molto importante, l’Ospedale Sant’Orsola a Bologna è un centro di riferimento per l’asma bronchiale, e ospitando al proprio interno un servizio di allergologia è possibile potere diagnosticare tutta quella quota di asma dovuta alla componente allergica.

www.federasmaeallergie.org
info@federasmaeallergie.org